Oscar Farinetti cambia vita col il progetto Green Pea

Dopo Eataly, Oscar Farinetti ha deciso di cambiare vita e di sposare il progetto Green Pea. E' lo store paragonato all'Ikea, ma in chiave ecosostenibile

0
Oscar Farinetti cambia vita col il progetto Green Pea
Oscar Farinetti cambia vita col il progetto Green Pea

Oscar Farinetti è uno dei padri di Eataly, ma ha deciso di mollare tutto e di lavorare ad un progetto chiamato Green Pea, che diventerà concreto entro fine 2017. Dopo aver cercato l’eccellenza italiana per poi esportarla in tutto il mondo, il futuro sarà promuovere la sostenibilità attraverso il cibo e altre soluzioni.

Oscar Farinetti, da Eataly a Green Pea

Oscar Farinetti ha dato vita ad Eataly, ovvero il megastore del buon cibo, nel lontano 2007. Questa data è da ricordare negli annali perché è la data di apertura del primo negozio al Lingotto di Torino. Il progetto Eataly non è abbandonato, perché i figli ne detengono ancora le redini: 30 negozi operativi dislocati in Italia e nel Mondo.Oscar Farinetti, imprenditore piemontese, è uscito dal colosso degli alti cibi italiani per promuovere Green Pea.

Il progetto Green Pea segna la svolta: lo store avrà beni durevoli con richiamo al settore con cui quest’uomo è diventato leggenda. Green Pea è stato già ribattezzato l’Ikea solidale, in quanto si venderanno biciclette, auto elettriche, abbigliamento con tessuti di coltivazioni ed allevamento biologici, cosmetici, giocattoli e complementi d’arredo rigorosamente bio. La struttura stessa utilizzerà fonti rinnovabili e sarà presente un’area verde posta sul tetto. Nel progetto è presente la palestra all’ultimo piano con ristorante e Spa. Entrambi prenderanno energia da tapis roulant e cyclette. Dopo Unieuro ed Eataly, l’apertura del suo store green sarà vicina al Lingotto, dove tutto è iniziato.

LASCIA UN COMMENTO